Dominare la complessità

Dominare la complessità

Sicuramente, ragionandoci bene sopra e con l’approccio giusto; è molto probabile che si possa giungere a prefigurare un “progetto” razionale e concreto per “contrapporsi agli eventi” e condurre fuori dalle secche l’impresa; E, ancora meglio, se lo si fa, essendo coscienti delle proprie condizioni, dei propri pregi e.. dei propri limiti; coinvolgendo “qualcuno” che, per esperienze pregresse e competenze acquisite, è più che comprovato abbia una “visione d’insieme” dei problemi e delle possibili soluzioni più ampia, diversificata e multi-direzionale della Vostra. 

Quest’approccio alla consulenza d’impresa, si badi bene, non significa essere diventati incapaci d’agire o l‘aver perso quell’intuito “ferino” che aveva creato e fatto crescere l’impresa sino a ieri; no, molto più semplicemente significa l’aver compreso che il mondo si trova in una “prima assoluta” per l’umanità, per le società e per i mercati.  Nessuno ha la panacea per tutti i mali, così come le conoscenze di un solo “genio” per quanto ampie siano, oggi, non sono più sufficienti a comprendere e razionalizzare ogni fattore, endogeno ed esogeno, che determina il successo o il fracasso di un progetto di “ripristino” della competitività d’impresa, in piena era covid-19.  

              Quel che è certo, è che a secondo dei casi e dei settori d’intervento, si può “comporre” a tavolino un team di professionisti e specialisti, tra loro multi e inter-disciplinari, affidando loro il compito di formulare e condurre in porto il  “restart” del V/s business; Magari anche aprendovi a scenari prima nemmeno immaginati o mostrandovi strade credute inpraticabili; in ciò minimizzando i rischi, le dispersioni e gli errori del “fai da te”, oggi non più ammissibili. 

Il compito di queste figure, non è taumaturgico, ma sicuramente d’apporto di competenze e capacità, pro-attivo e orientativo; perché, in genere, (quelli bravi) affiancano l’imprenditore o il management, sino a condurlo nelle condizioni di “dominare la complessità“, che è poi l’unica vera competenza che contraddistinguerà, il manager che ce la farà, già da ..domani. 

Giuseppe Urso / per Reboot Criteria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.